Sei in: 

NEWS

Elenco delle ultime notizie su CIT e APE


Testo:
Categoria:


13/08/2019
E' iniziato,da parte di operatori regionali e/o di ARRR spa, l'inserimento  nel SIERT, ai fini statistici e di gestione dati, degli Attestati di Prestazione Energetica trasmessi prima del 18 febbraio 2019.

L'inserimento avverrà a partire da quelli del 2019.

Gli attestati vengono, comunque, abbinati al CF del tecnico che, dunque,  li vedrà via via comparire nell'elenco degli APE trasmessi della propria area personale.

Tali APE sono individuabili poichè contrassegnati nella colonna APE Tipo Inserimento dalla dicitura "ANTE SIERT".

Per qualunque tipo di problematica è comunque a disposizione l'indirizzo mail infoape@siert.regione.toscana.it


12/08/2019
Si informa che il giorno 16 agosto 2019 tutti gli uffici di ARRR spa saranno chiusi.


09/08/2019
Si informa che martedì 13 agosto a partire dalle ore 14.00 sarà fermato il SERVER.

Gli applicativi SIERT- CIT / SIERT- APE non saranno raggiungibili per manutenzione ed effettuazione aggiornamento dati.

Il riavvio è previsto nel tardo pomeriggio.

Ci scusiamo anticipatamente per il disagio arrecato


06/08/2019
E' disponibile al questo link la nuova versione del Manuale d'uso del CIT per il Manutentore, aggiornato con tutte le ultime modifiche effettuate sull'applicativo.


05/08/2019
Si comunica che  per il periodo dal 19 al 30 Agosto 2019 il presidio di Massa sarà aperto al pubblico nei seguenti orari:

Martedì 20/08/19 dalle 09:00 alle 12:00
Giovedì 22/08/19 dalle 09:00 alle 12:00
Martedì 27/08/19 dalle 09:00 alle 12:00
Giovedì 29/08/19 dalle 09:00 alle 12:00

Dal mese di Settembre gli orari torneranno ad essere quelli ordinari.


05/08/2019
Da Lunedì 5 Agosto 2019  per l’inserimento dei nuovi impianti termici è disponibile ed integrato nel SIERT lo stradario regionale che consentirà una maggior razionalizzazione circa la collocazione geografica degli impianti, facilitandone la ricerca ed evitando eventuali creazioni multiple. Secondo la nuova procedura, sarà necessario quindi selezionare il nome della via tramite un menù ad auto completamento.

Non sarà più permesso l’inserimento manuale del nome della via/strada. 

Se la via ricercata non dovesse essere presente nell’elenco, potrete contattare il seguente indirizzo mail dal quale saranno fornite tutte le risposte alle richieste: stradario@arrr.it


26/07/2019
È stata pubblicata il 18 luglio 2019 la norma UNI 8065:2019 “Trattamento dell'acqua negli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva, per la produzione di acqua calda sanitaria e negli impianti solari termici”, che sostituisce l'ormai datata UNI 8065:1989.

La nuova norma ha per oggetto la definizione e la determinazione delle caratteristiche chimiche e chimico-fisiche delle acque impiegate negli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva, per la produzione di acqua calda sanitaria con temperatura massima di 110°C e negli impianti solari termici per la climatizzazione invernale ed estiva e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Oltre alla norma, è stata pubblicata anche l'errata corrige 1 in data 23.07.2019.


23/07/2019
E' sottoposto ad inchiesta pubblica finale (e lo sarà fino al 9/9/2019) il progetto di norma UNI1605148 che stabilisce le operazioni di verifica e manutenzione da effettuare sugli apparecchi, sui loro componenti e sulle eventuali unità di generazione che li compongono, secondo la periodicità indicata dal fabbricante, al fine di garantirne la sicurezza e l’efficienza, in condizioni di normale funzionamento.

Le operazioni di controllo e manutenzione devono essere eseguite secondo le modalità e le periodicità previste dal fabbricante nel libretto di uso e manutenzione facente parte integrante dell’apparecchio.

In assenza di tali indicazioni o in caso di accertata impossibilità di disporre del libretto di uso e manutenzione (dopo aver consultato il fabbricante o il manutentore), si applicano i metodi riportati nella presente norma. In assenza di indicazioni da parte del/dei fabbricante/i, le operazioni di manutenzione devono essere effettuate con periodicità almeno annuale.

Essa si applica agli apparecchi a gas asserviti ad impianti extra-domestici, destinati al riscaldamento di ambienti e/o alla produzione di acqua calda sanitaria, con portata termica nominale maggiore di 35 kW.

La norma non tratta gli impianti inseriti in cicli di produzione industriale. Il progetto, una volta approvato, sostituirà la UNI 10435:1995


03/07/2019

Da questa mattina sono state ripristinate le linee telefoniche della filiale di Pisa; sono pertanto attivi i seguenti numeri telefonici:

- 050970087;
- numero verde 800 727 722;

con gli orari pubblicati al seguente link: https://www.siert.regione.toscana.it/contatti.php?mn=7

Ricordiamo che è possibile contattare la filiale di Pisa anche attraverso le seguenti modalità:

- email: info.citnord@siert.regione.toscana.it

- PEC: impiantinordarrr@legalmail.it



02/07/2019
E' stata pubblicata a fine giugno la UNI 10389-1:2019 "Misurazioni in campo - Generatori di calore - Parte 1: Apparecchi alimentati a combustibile liquido e/o gassoso", norma elaborata dalla CT 252 "Impianti di riscaldamento - Esercizio, conduzione, manutenzione, misure in campo e ispezioni". La revisione della norma ha visto la partecipazione di tutti gli stakeholders del settore, dalle associazioni di categoria ai produttori di apparecchi, dalle amministrazioni agli installatori, al fine di aggiornare una norma conosciuta e utilizzata in tutto il territorio nazionale senza però stravolgerla, cosa che avrebbe potuto creare problemi in fase di utilizzo agli operatori.
Seguendo questo approccio, la norma è stata ripensata in modo tale da non differenziare più le operazioni da effettuare a seconda del “chi” le effettua (ovvero se il tecnico responsabile dell’impianto o l’operatore incaricato dalle pubbliche autorità), focalizzandosi sul “come” devono essere effettuate; inoltre, per venire incontro alle nuove tipologie di apparecchi e alla digitalizzazione dei documenti, è stata inserita la possibilità di conservare gli scontrini delle prove e il rapporto di prova in digitale, anche se resta ferma la necessità di far firmare tali documenti al responsabile dell’impianto per una completa trasparenza (FONTE www.cti2000.it)