Sei in: 

NEWS

Elenco delle ultime notizie su CIT e APE


Testo:
Categoria:


23/06/2022
Si comunica che Venerdì 24 Giugno, in occasione della Festa di San Giovanni Battista, Patrono di Firenze, gli uffici di ARRR delle sedi di Firenze resteranno chiusi.


09/06/2022
In riferimento al finanziamento di € 18.000,00 concesso al Comune di Calenzano dalla Regione Toscana, al fine di promuovere interventi per il miglioramento della qualità dell’aria e l’efficientamento degli impianti termici, è stata pubblicata la Determinazione n. 323 del 07 giugno 2022 con la quale sono stati approvati il Bando per l’erogazione dei contributi e il Modulo di domanda in conformità alle deliberazioni di Giunta Regionale n. 190 del 08 marzo 2021, n. 743 del 19 luglio 2021 e n. 412 del 11 aprile 2022. I contributi potranno essere richiesti dal 13 giugno al 15 novembre 2022 come comunicato con apposita notizia sul sito internet del Comune (https://www.comune.calenzano.fi.it/node/10968). I destinatari che richiedano il contributo per la sostituzione di un impianto di climatizzazione ad uso civile, collocato presso l’abitazione principale del responsabile dell’impianto come sopra definito, con vetustà superiore a 15 anni, attestata da apposita documentazione tecnica, devono avere le seguenti caratteristiche:
- abbiano livelli di ISEE non superiore a 8.265,00 euro;
- abbiano almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e valore ISEE non superiore a 20.000 euro;
- siano titolari di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.

In allegato la determina con il bando




07/06/2022
Il Comune di Empoli ha approvato il “Bando 2022 erogazione di incentivi per la sostituzione/adeguamento di impianti di climatizzazione invernale ad uso civile con impianti ad elevata efficienza energetica e a ridotte emissioni in atmosfera o con pompe di calore”, con fondo incentivante pari a complessivi € 28.000,00 (di cui 23.000 € assegnati da Regione Toscana ai sensi della Delibera di Giunta Regionale n. 743 del 19/07/2021 e 5.000 € attraverso un co-finanziamento approvato dalla Giunta comunale di Empoli). I destinatari del contributo sono le persone fisiche responsabili dell’impianto a titolo di occupazione, proprietà o amministrazione, ai sensi del punto 42 dell’Allegato A del D.Lgs. 192 del 19/08/2005 e s.m.i., che:
- richiedano il contributo per la sostituzione di un impianto di climatizzazione ad uso civile, collocato presso l’abitazione principale del responsabile dell’impianto come sopra definito, con vetustà superiore a 15 anni, attestata da apposita documentazione tecnica;
- abbiano livelli di ISEE non superiore a 8.265,00 euro;
- abbiano almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e valore ISEE non superiore a 20.000 euro;
- siano titolari di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.
I beneficiari del contributo non devono aver ricevuto altri contributi pubblici di enti locali per lo stesso impianto, né altre tipologie di incentivi statali, quali ad esempio le detrazioni fiscali e il conto termico.
Sono ammessi a contributo esclusivamente i costi sostenuti successivamente al 01/01/2021. Il bando, a seguito di Determina n. 631 del 25.05.2022 è stato prorogato fino al 30.06.2022.





06/06/2022
Con la Determina n. 511 del 20/05/2022 dell'Area 2 - Servizi Tecnici al Territorio, Settore Ambiente e tutela risorse, il Comune di Bagno a Ripoli ha richiesto l’ammissione per i contributi regionali ai sensi della DGR 743/2021, con l’assegnazione di un importo pari a € 23.000,00 per gli interventi per il miglioramento della qualità dell’aria e l’efficientamento degli impianti termici. E' stato così pubblicato il bando per l’erogazione di contributi per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale ad uso civile con vetustà superiore a 15 anni, attestata da apposita documentazione tecnica, con impianti ad elevata efficienza energetica e a ridotte emissioni in atmosfera o con pompe di calore. Sono ammesse al contributo le persone fisiche responsabili dell’impianto a titolo di occupazione, proprietà o amministrazione, ai sensi del punto 42 dell’Allegato A del D.Lgs. 192 del 19/08/2005 e s.m.i., che:
- abbiano livelli di ISEE non superiore a 8.265,00 euro;
- abbiano almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e valore ISEE non superiore a  20.000 euro;
- siano titolari di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.
I beneficiari del contributo non devono aver ricevuto altri contributi pubblici di enti locali per lo stesso impianto, né altre tipologie di incentivi statali, quali ad esempio le detrazioni fiscali e il conto termico.




30/05/2022
Si informa che il giorno 03 Giugno tutti gli uffici di ARRR spa saranno chiusi e quindi saranno sospese anche le attività di approvazione versamenti portafoglio virtuale manutentori, approvazione pagamenti oneri ape e  gestione caselle di posta elettronica.


23/05/2022
Con l'art. 9-bis, comma 1, lett. b), D.L. 1 marzo 2022, n. 17, convertito, con modificazioni, dalla L. 27 aprile 2022, n. 34, è stato aggiornato l'articolo 5 del DPR 412/93 in merito agli scarichi a parete degli impianti termici. Il punto 'iii' del comma 9ter dell'articolo 5 del citato DPR prevede la possibilità di scaricare a parete laddove si installino pompe di calore dotate di specifica certificazione e i cui prodotti della combustione abbiano emissioni medie ponderate di ossidi di azoto non superiori a 70 mg/kWh, misurate secondo le norme di prodotto vigenti, e pompe di calore a gas, comprese quelle dei generatori ibridi, che abbiano un rendimento superiore a quello previsto all'articolo 4, comma 6, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica, del 2 aprile 2009, n. 59. In tutti i casi, i terminali di scarico devono essere installati in conformità alla vigente norma tecnica UNI7129 e successive modifiche e integrazioni.


06/05/2022
La  CNA Costruzioni e CNA Installazione Impianti di Lucca e Massa Carrara organizzano la  IV edizione della settimana dedicata all’ “Edilizia Sostenibile ” a Lucca, dal 13 al 20 maggio, presso “Lucense”, sede della piattaforma Regionale Abitare Mediterraneo. Durante la settimana sono previsti: convegni, seminari e visite guidate del Centro di Divulgazione e di Formazione Abitare Mediterraneo, con la relativa esposizione permanente di soluzioni per l’Edilizia Sostenibile, unica in Toscana. Il SIERT sarà protagonista Lunedì 16 Maggio dalle ore 17-19 con l'intervento del responsabile della filiale di Lucca Ing. Jonathan Magliozzi, che farà il punto della situazione sull'attività tecnica che l'Agenzia Regionale Recupero Risorse sta effettuando sul territorio. La settimana dell’ “Edilizia Sostenibile ” è pensata come un format diretto e conviviale, ideale per coinvolgere tutta la filiera delle costruzioni e dell’installazioni, partendo dai professionisti e dalle imprese per arrivare ai cittadini. Gli eventi si svolgeranno in forma mista sia in presenza che on-line, o solo on-line, con  l’utilizzo della piattaforma zoom, si allega il link:

Tramite internet

Tramite telefono i codici sono:
ID riunione: 968 3745 4692      Passcode: 208921

I partecipanti agli eventi potranno ottenere l’attestato di partecipazione rilasciati dalla CNA di Lucca e di Massa Carrara. Per informazioni: Tel. 0583 4301103 – email: info@cnalucca.it. In presenza l'evento si terrà presso Lucense sito nella traversa prima di via della Chiesa di Sorbano del Giudice n. 231 a Lucca.


04/05/2022
Per meri fini di indagine statistica sull’attuazione del PNRR e del Piano Complementare nel territorio regionale, nella compilazione per la trasmissione degli APE sul portale SIERT, nella sezione Altri Dati, sono stati inseriti alcuni campi, selezionando i quali il certificatore potrà indicare se l’APE è stato redatto a seguito dell’utilizzo delle misure incentivanti previste dal PNRR o del Piano Complementare.

Il certificatore potrà anche scegliere di non rispondere.

I dati eventualmente inseriti non verranno riportati nei file .pdf e .xml finali prodotti dal sistema, pertanto il format dell’APE generato dal SIERT rimane invariato.


02/05/2022
È pubblicato sul BURT n. 16 supplemento parte terza del 20 aprile 2022 il decreto dirigenziale n. 6821 del 13 aprile 2022 l'"Avviso pubblico PNRR - M1C3  Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale" per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale da finanziare nell’ambito del PNRR, (M1C3) Investimento 2.2  rivolto a  persone fisiche e soggetti privati profit e non profit, ivi compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, enti del terzo settore e altre associazioni, fondazioni, cooperative, imprese in forma individuale o societaria, che siano proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili appartenenti al patrimonio culturale rurale localizzati nei territori della Regione Toscana.

Il presente avviso mira a dare impulso ad un vasto e sistematico processo di conservazione e valorizzazione di una articolata gamma di edifici storici rurali e di tutela del paesaggio rurale, in linea con gli obiettivi di tutela del patrimonio culturale e degli elementi caratteristici dei paesaggi rurali storici e di sostegno ai processi di sviluppo locale.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina del sito istituzionale regionale (link: https://www.regione.toscana.it/-/pnrr-avviso-valorizzazione-paesaggio-rurale)


02/05/2022
La L. 27/04/2022, n. 34 ha convertito, con apposite modificazioni, il decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17, recante misure urgenti per il contenimento dei costi dell'energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali. Il provvedimento è stato pubblicato nella Gazz. Uff. 28 aprile 2022, n. 98. La misura inerente il risparmio energetico negli edifici pubblici è contenuta all'articolo 19 quater (Disposizioni in materia di riduzione dei consumi termici degli edifici) così formulato: "Al fine di ridurre i consumi termici degli edifici e di ottenere un risparmio energetico annuo immediato, dal 1° maggio 2022 al 31 marzo 2023 la media ponderata delle temperature dell'aria, misurate nei singoli ambienti di ciascuna unità immobiliare per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici pubblici, a esclusione degli edifici di cui all'articolo 3, comma 4, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 74, non deve essere superiore, in inverno, a 19 gradi centigradi, più 2 gradi centigradi di tolleranza, né inferiore, in estate, a 27 gradi centigradi, meno 2 gradi centigradi di tolleranza".

La norma modifica dunque le disposizioni contenute all'articolo 3 commi 1 e 2 del DPR 74/2013.