Sei in: 

NEWS

Elenco delle ultime notizie su CIT e APE


Testo:
Categoria:


15/03/2020
In considerazione della attuale situazione di emergenza sanitaria da COVID-19 e alle restrittive misure cautelative emanate dal Governo con il DPCM 11 marzo 2020, al fine di tutelare gli utenti e il personale dipendente della Società ARRR S.p.A., si comunica che i nostri uffici rimarranno chiusi fino al 25 marzo 2020, salvo proroga. La Società garantirà comunque il mantenimento dei servizi permettendo ai cittadini e ai manutentori di poter contattare il nostro personale telefonicamente ai seguenti numeri e/o indirizzi email.

Per problemi e chiarimenti tecnici inerenti il funzionamento degli applicativi CIT ed APE, inviare e-mail a: infosiert@siert.regione.toscana.it

Per problemi e chiarimenti normativi ed amministrativi riguardati gli attestati di prestazione energetica, inviare e-mail a: infoape@siert.regione.toscana.it

Per problemi e chiarimenti normativi inerenti al Settore rifiuti inviare e-mail a:
certificazionerd@arrr.it
arrr@arrr.it 

Sede Centrale: 335-7606476

Per problemi e chiarimenti normativi ed amministrativi riguardanti gli impianti termici, a seconda dell'ubicazione territoriale, fare riferimento alle filiali dell'Agenzia Regionale Recupero Risorse SPA (ARRR) come di seguito indicato:

Area Centro: Provincia di Firenze Prato e Pistoia
E-mail: info.citcentro@siert.regione.toscana.it

Filiale Firenze: 335-1486527 (info su APE), 333-6182871 (info su impianti termici)
Filiale di Prato: 335-7606472;  335-5798267
Filiale di Pistoia: 335-7791758; 335-1090008

Area Sud: Provincia di Arezzo Grosseto e Siena
E-mail: info.citsud@siert.regione.toscana.it
Pec: impiantisudarrr@legalmail.it

Filiali di Siena: 333-6116062; 393-1773910
Presidio di Grosseto: 333-6116062; 393-1773910
Filiale di Arezzo: 333-6181472 ; 334-1125706

Area Costa: Provincia di Lucca, Massa Carrara, Pisa e Livorno
E-mail: info.citnord@siert.regione.toscana.it
Pec: impiantinordarrr@legalmail.it

Filiale di Livorno: 348-8540260 (info su APE), 333-6183037; 333-6183040 
(info su impianti termici)
Filiale di Pisa: 348-8601575; 333-6181473
Filiale di Lucca: 348-5580497; 345-7763303
Presidio di Massa: 392-9511053
Presidio di Carrara: 345-2926865



14/03/2020
In merito agli adeguamenti degli impianti termici richiesti da ARRR a seguito di ispezione o di accertamento documentale (RCEE) si comunica, vista la situazione di assoluta straordinarietà in cui ci troviamo, che per le carenze non arrecanti immediato pericolo alle persone, agli animali domestici e ai beni (a titolo di esempio: trattamento acqua, sistemi di regolazione, carenze di natura documentale) i termini indicati sul verbale o nelle comunicazioni trasmesse ai cittadini non sono da considerarsi perentori e l’Agenzia non provvederà ad inviare al cittadino alcun sollecito alla scadenza del termine.

Per le carenze che determinano un immediato pericolo (prescrizioni) alla luce delle disposizioni governative che impongono la permanenza dei cittadini all’interno della abitazione, al fine di tutelare gli stessi e gli operatori, è necessario mantenere la tempistica prevista. Su queste fattispecie l’Agenzia opererà in questo periodo come di consueto, inviando la segnalazione al Comune e al cittadino. Nel caso le operazioni necessarie al ripristino delle condizioni di sicurezza dell’impianto richiedano interventi complessi, il cittadino può inviare una richiesta di proroga motivata ai consueti canali dell’Agenzia (si legga la pagina dei contatti) accompagnata dal documento di identità e nella quale siano specificati il rispetto delle condizioni minime di sicurezza in attesa dell’intervento (impianto attivato solo per acqua calda sanitaria ad esempio).

La disposizione è stata concertata dalla Direzione Generale di ARRR e la Direzione Ambiente ed Energia della Regione Toscana.


13/03/2020
Nonostante il periodo delicato e di emergenza che stiamo vivendo, il nostro servizio news prosegue, aggiornandovi su tutte le novità che in campo normativo interverranno in questo nuovo anno nel quale il nostro paese dovrà recepire la Direttiva 2018/844 sulla prestazione energetica nell'edilizia, con le modifiche ai decreti legisltaivi 192/2005 e 102/2014.

Per le caldaie a legna si segnala che è stata avviata l'inchiesta pubblica preliminare UNI (IPP) relativa al progetto di norma (UNI1607619) dal titolo "Caldaie alimentate a legna o altri biocombustibili solidi - Verifica, installazione, controllo e manutenzione" di competenza della CT 253 "Componenti degli impianti di riscaldamento - Produzione del calore, generatori a combustibili liquidi, gassosi e solidi" e che definisce i requisiti di progettazione, installazione, controllo e manutenzione di caldaie alimentate a legna o altri biocombustibili solidi destinati al riscaldamento ambiente o alla produzione di acqua calda sanitaria.
 
In inchiesta pubblica preliminare anche la norma sugli impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kW, la UNI1607682 “Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kW - Progettazione, installazione e messa in servizio” che fornisce i criteri per la progettazione, l'installazione e la messa in servizio degli impianti civili extradomestici a gas della 1a, 2a e 3a famiglia, nonché alla installazione di apparecchi installati in batteria o in cascata qualora la portata termica complessiva risulti maggiore di 35 kW. Si applica anche ai rifacimenti di impianti civili extradomestici o parte di essi. Sostituisce UNI 11528:2014.

Eventuali commenti ai documenti devono essere inviati direttamente ad UNI entro il 31/03/2020. Per trovare il documento nella "banca dati uni": inserire il codice progetto e poi cliccare su 'cerca'.


12/03/2020
La norma specifica i requisiti e i metodi di prova per la sicurezza e l’efficienza dei generatori di aria calda alimentati a gas per uso domestico e non domestico con o senza ventilatore nel circuito di combustione.

Il documento si applica anche ai generatori di aria calda con bruciatore a tiraggio forzato e agli apparecchi di tipo B11, B11AS, B11BS, B12, B12AS, B12BS, B13, B13AS, B13BS, B14, B14AS, B14BS, B22, B23, B41, B41AS, B41BS, B42, B42AS, B42BS, B43, B43AS, B43BS, B44, B44AS, B44BS, B52, B53, C11, C12, C13, C21, C31, C32, C33, C41, C62 e C63, con portata termica non maggiore di 300 kW (riferita al potere calorifico inferiore).

Il documento si applica anche agli apparecchi di tipo A2 e A3 con portata termica non maggiore di 300 kW (potere calorifico inferiore) per uso non domestico.

La norma è acquistabile al link UNI http://store.uni.com/catalogo/uni-en-17082-2020 con testo in inglese.


11/03/2020
Si comunica che per contattare la filiale di Pistoia i numeri di telefono sono i seguenti: 335 - 7791758 oppure 335 - 7791759. Il numero di fax e i numeri telefonici fissi, per un problema tecnico non dipendente dalla nostra volontà, non sono funzionanti. Ci scusiamo per il disagio.


11/03/2020

La Direzione di ARRR SpA (Agenzia Regionale Recupero Risorse) ha disposto che tutte le Filiali territoriali adottino le seguenti misure utili a garantire la tutela della salute pubblica nel rispetto delle richiamate misure urgenti a contrasto della diffusione del virus Covid-19 per la tutela dei cittadini, manutentori e personale dipendente:

1) Sospensione delle attività ispettive e di quelle front - office, ad eccezione di situazioni caratterizzate da comprovate esigenze indifferibili ed urgenti. In tali casi il ricevimento degli utenti avverrà previo appuntamento telefonico con gli uffici competenti, che resteranno contattabili telefonicamente nei seguenti orari dal lunedì al venerdì: 9.00 – 13.30; 14.00 – 17.30;
2) Le istanze che non richiedono la necessaria presenza presso gli uffici saranno evase tramite posta elettronica e/o posta elettronica certificata;
3) I contatti telefonici e gli indirizzi di posta elettronica e posta elettronica certificata sono consultabili all'indirizzo https://siert.regione.toscana.it/contatti.php?mn=7



09/03/2020
Si informano gli spettabili manutentori che è stata pubblicata la nuova revisione del "manuale operatore ditta di manutenzione" del modulo CIT (Catasto Impianti Termici) del SIERT.

Le principali novità riguardano i seguenti aspetti:
  • È stata effettuata una revisione completa del manuale, con una nuova veste grafica, l’eliminazione di parti ridondanti e un sostanziale snellimento dei paragrafi per una più immediata e veloce consultazione;
  • È stato inserito un nuovo paragrafo esplicativo relativo alla registrazione e alla gestione di generatori e RCEE congiunti (nuovo paragrafo 2.2.5);
  • Nella sezione “Ricerca codici catasto”, è stata aggiunta la possibilità di ricercare il codice catasto SIERT degli impianti non associati alla propria ditta con il vecchio codice provinciale che, inserito in combinazione con provincia e comune, dà la possibilità di conoscere il codice SIERT a 10 cifre che servirà poi per associarsi autonomamente all’impianto senza bisogno di attendere l’intervento dell’Agenzia. Sia la funzione di ricerca codici che le modalità di associazione agli impianti in carico ad altre ditte sono state spiegate approfonditamente nella nuova versione del manuale (paragrafi 2.1.12 e 2.1.13);
  • È stato spiegato come inserire come responsabile di un impianto una ditta con sede estera e la cui partita IVA risulta essere di 12 caratteri invece di 11;
  • In seguito alle richieste pervenute alle varie sedi dell’Agenzia, è stato precisato che i dati di un generatore devono essere modificati e aggiornati prima dell’invio del RCEE in quanto dopo la modifica non è più permessa (nuovo paragrafo 2.1.11);
  • È stata illustrata la nuova modalità di ricerca degli impianti associati che, nella griglia di ricerca della sezione impianti, vede diviso il codice catasto SIERT dal vecchio codice catasto provinciale per il quale ci sarà da spuntare un’apposita casella. Anche la ricerca per responsabile è stata divisa in quattro parti: per cognome-nome, per CF, per ragione sociale ditta o per partita IVA.
  • Estesa la funzionalità di import massivo ai generatori modulari, congiunti ed ai gruppi frigo
  • Disponibilità della stampa RCEE anche per generatori modulari;
  • Disponibilità della stampa RCEE anche per scambiatori di calore.
Il manuale può essere scaricato alla voce Manuale d'uso per manutentori nella colonna di destra della pagina Manutentori a questo indirizzo: https://siert.regione.toscana.it/cit_manutentori.php?mn=2&stmn=3


10/02/2020
Dopo la pillola dedicata all'INSERIMENTO DEI GENERATORI AD ARIA in questa pillola viene approfondito la modalità di modifica della scheda dei generatori che deve essere fatta prima dell'invio dell'RCEE in quanto dopo tale invio non è possibile modificare i dati.


03/02/2020
Alla cortese attenzione delle imprese di installazione e manutenzione di impianti termici,

ARRR - Agenzia Regionale Recupero Risorse, organizza il corso sulle  "Non conformità più comuni nella manutenzione degli impianti termici per usi civili"

Il corso è rivolto a tutti i manutentori e installatori di impianti termici che desiderano aggiornare le proprie conoscenze relative alle più diffuse anomalie rilevate nella installazione e conduzione degli impianti termici ad uso civile. Il corso tratta le non conformità più frequentemente riscontrate nella pratica e analizza la normativa tecnica e le soluzioni impiantistiche idonee al loro adeguamento. In particolare verranno trattati gli aspetti relativi a:
  • DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ
  • TRATTAMENTO DELL' ACQUA
  • IDONEITA’ LOCALI INSTALLAZIONE (VENTILAZIONE / AERAZIONE)
  • INSTALLAZIONE DI GENERATORI USATI: LA RIMESSA A NUOVO
Durata: 3 ore (dalle 14.00 alle 17.00)

Edizioni programmate:
- Firenze, martedì 25 febbraio 2020
- Firenze, martedì 3 marzo 2020

Sede: filiale ARRR di viale Belfiore, 4 - 50144 Firenze

Costo: Euro 60,00 + IVA  (euro 73,20 IVA inclusa)

Link iscrizione:



21/01/2020
Informiamo i tecnici certificatori che sono state pubblicate le seguenti modifiche relative al modulo APE del SIERT.

1. Inserimento dell'Utility per la gestione delle Unità catastali
E' stata aggiunta, dal menù Utility, la funzionalità Unità catastali, che permette la consultazione di tutte le unità catastali censite sul sistema.
Qualora i dati inseriti risultino errati, sarà inoltre possibile modificare l'unità catastale o eliminarla, purché la stessa non sia associata ad alcun APE, già trasmesso o ancora in corso di certificazione.

2. Possibilità di correzione di un APE già trasmesso attraverso l'inserimento di un nuovo APE
Nel caso in cui il certificatore ravvisi la necessità di modificare un APE già trasmesso su SIERT, sarà possibile inserire un nuovo APE utilizzando la consueta procedura di invio, e avendo cura, durante la compilazione dei dati, di collegare l'identificativo dell'APE errato a quello corretto. Il nuovo APE, di fatto, annulla e sostituisce il precedente redatto sulla stessa unità immobiliare.

Per ogni delucidazione in merito alle procedure descritte sopra, è sempre possibile consultare il Manuale del tecnico certificatore (https://siert.regione.toscana.it/ape_certificatore.php?mn=3&stmn=4) o rivolgersi ai contatti mail e telefonici dedicati al modulo APE.

Si ricorda, infine, che per modifiche o integrazioni a un APE già trasmesso su SIERT, è possibile anche utilizzare la procedura di richiesta di rimessa in corso di certificazione dell'APE trasmesso, come indicato nella faq relativa (https://siert.regione.toscana.it/schedafaq.php?mn=11&stmn=1&faq_id=22); come da indicazioni riportate nella modulistica, il certificatore si impegna a inviare l'APE corretto entro due giorni dalla data di rimessa in corso di certificazione.