Sei in: 

Sistema Informativo regionale sull'Efficienza Energetica della Regione Toscana

In attuazione dell'art. 23 ter della L.R. 39/2005 e s.m.i. la Regione istituisce il sistema informativo regionale sull'efficienza e sulla certificazione energetica degli edifici e dei relativi impianti denominato "sistema informativo regionale sull'efficienza energetica" (SIERT) che comprende l'archivio informatico degli attestati di prestazione energetica, gli elenchi dei soggetti certificatori e degli ispettori degli impianti termici nonché il catasto degli impianti di climatizzazione.

L'attestazione della prestazione energetica degli immobili e i controlli di efficienza degli impianti termici sono due attività previste dalle norme con le quali viene perseguito il mantenimento e l'incremento dell'efficienza energetica dei nostri immobili e dei loro impianti di climatizzazione.
Vedi "Regione Toscana - Certificazione Energetica" e "Regione Toscana - Controlli sugli impianti termici".

Ai sensi dell'art. 3 comma 1 bis della L.R. 39/2005 a decorrere dalla data del 01/01/2019 la Regione Toscana si avvale dell'Agenzia Regionale Recupero Risorse (ARRR) S.p.A. per la gestione del SIERT nonchè per le seguenti attività:

a) effettuare i controlli necessari all'osservanza degli obblighi, relativi al contenimento dei consumi di energia nell'esercizio e manutenzione degli impianti di climatizzazione;

b) esercitare l'attività di vigilanza sugli attestati di prestazione energetica rilasciati dai soggetti competenti;

Secondo l'art. 23 quater con gli strumenti previsti dalle disposizioni regionali in materia di amministrazione elettronica e semplificazione, la Regione assicura l'accesso: ai proprietari degli immobili i cui dati di efficienza energetica siano stati trasmessi al sistema informativo, ai soggetti certificatori di cui all'articolo 22 bis, ai manutentori degli impianti termici, agli organismi ispettori di cui all'articolo 22 bis, ai notai per l'esercizio delle loro funzioni relative al trasferimento della proprietàdi immobili, ai comuni e alle unioni dei comuni.

Il sistema informativo è suddiviso in due applicativi:
  • il CIT (Catasto Impianti Termici), dedicato ai controlli di efficienza energetica degli impianti termici, di climatizzazione invernale e/o estiva - clicca qui per visualizzare i territori in cui il CIT è attivo;

  • il APE (Sistema Informativo Certificazione Energetica) dedicato alla produzione degli APE - attestati di prestazione energetica - che misurano le performance energetiche degli immobili.



N° Impianti accatastati
Calcolo...
N° RCEE inseriti
Calcolo...
N° Manutentori accreditati
Calcolo...

N° Unità Catastali censite
Calcolo...
N° APE inseriti
Calcolo...
N° Certificatori accreditati
Calcolo...
 
 

07/07/2020
Inail ha pubblicato sul proprio sito internet il volume che descrive le fasi di cui si compone l'attività di prima verifica periodica dei generatori di calore alimentati da combustibile solido, liquido o gassoso per impianti centrali di riscaldamento, utilizzanti acqua calda sotto pressione con temperatura dell'acqua non superiore alla temperatura di ebollizione alla pressione atmosferica, aventi potenzialità globale dei focolai superiore a 116 kW. Le istruzioni elaborate non costituiscono un riferimento vincolante, ma vogliono piuttosto proporsi come esempio di armonizzazione su scala nazionale dell’approccio alla prima verifica periodica, definendo modalità per la conduzione dei controlli che possano essere di pratica utilità per tutti i soggetti coinvolti (soggetti abilitati e operatori di Asl/Arpa), anche al fine di garantire indicazioni e comportamenti coerenti all'utenza.

Si allega quanto pubblicato.


06/07/2020
In considerazione della attuale situazione di emergenza sanitaria da COVID-19 e delle restrittive misure cautelative emanate dal Governo con il DPCM 11 marzo 2020, e con il DPCM 17 maggio 2020, al fine di tutelare gli utenti e il personale dipendente della SocietĂ  ARRR S.p.A., si comunica che i nostri uffici saranno operativi in modalitĂ  di telelavoro. La SocietĂ  garantirĂ  comunque il mantenimento dei servizi permettendo ai cittadini, ai manutentori e a tutti i portatori di interesse di poter contattare il nostro personale telefonicamente o via mail ai seguenti numeri e indirizzi.

Per problemi e chiarimenti tecnici inerenti il funzionamento degli applicativi CIT ed APE, inviare e-mail a: infosiert@siert.regione.toscana.it

Per problemi e chiarimenti normativi ed amministrativi riguardati gli attestati di prestazione energetica, inviare e-mail a: infoape@siert.regione.toscana.it

Per problemi e chiarimenti normativi inerenti al Settore rifiuti inviare e-mail a:
Sede Centrale: 335-7606476

Per informazioni amministrative o generali inviare una mail a:
Sede Centrale: 335-7606476

Per problemi e chiarimenti normativi ed amministrativi riguardanti gli impianti termici, a seconda dell'ubicazione territoriale, fare riferimento alle filiali dell'Agenzia Regionale Recupero Risorse SPA (ARRR) come di seguito indicato:

Area Centro: Provincia di Firenze Prato e Pistoia

Filiale Firenze: 335-1486527 (info su APE), 333-6182871 (info su impianti termici)
Filiale di Prato: 335-7606472335-5798267
Filiale di Pistoia: 335-7791758; 335-1090008

Area Sud: Provincia di Arezzo Grosseto e Siena

Filiali di Siena: 333-6116062; 393-1773910
Presidio di Grosseto: 333-6116062; 393-1773910
Filiale di Arezzo: 333-6181472; 334-1125706

Area Costa: Provincia di Lucca, Massa Carrara, Pisa e Livorno

Filiale di Livorno: 348-8540260 (info su APE), 333-6183037; 333-6183040 (info su impianti termici)
Filiale di Pisa: 348-8601575; 333-6181473
Filiale di Lucca: 348-5580497; 345-7763303
Presidio di Massa: 392-9511053
Presidio di Carrara: 345-2926865


16/06/2020
In attuazione dell'articolo 9 comma 1 lettera c del Dlgs 10 giugno 2020, n. 48, la maschera di trasmissione in formato ridotto dell'Attestato di Prestazione Energetica è stata modificata aggiungendo come campo a compilazione obbligatoria la data di effettuazione del sopralluogo; nessuna modifica è stata apportata alla trasmissione completa che rispecchiano l'xml standar v.12 già comprendeva il campo obbligatorio della data del sopralluogo.


11/06/2020
Nella riunione di ieri il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola e del Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, ha approvato, in esame definitivo, il decreto legislativo che recepisce la direttiva (UE) 2018/844 del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell'edilizia e la direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica.
Dunque il Decreto Legislativo n. 192/2005 subirĂ  modifiche significative, che dovranno comunque essere delineate nei suoi aspetti procedurali dai futuri DPR attuativi.

Il Decreto che ha recepito la Direttiva 2018/844 è il D.Lgs 10 giugno 2020, n. 48, pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.146 del 10-06-2020)e che entra in vigore oggi.
Il Consiglio dei Ministri ha spiegato che la direttiva oggetto di recepimento punta ad accelerare la ristrutturazione efficiente degli edifici esistenti, con particolare riguardo alla realizzazione di edifici a emissioni zero entro il 2050.
Inoltre, la direttiva è volta a promuovere l’uso delle tecnologie informatiche intelligenti, per garantire agli edifici di consumare energia in modo efficiente, e a dare impulso alla mobilità elettrica con l’integrazione delle infrastrutture di ricarica negli edifici.

Spazio anche alla promozione di sistemi di automazione e controllo degli impianti tecnologici presenti negli edifici (domotica). Infine, per quanto riguarda lo sviluppo di infrastrutture per la mobilità elettrica, sono introdotti dei requisiti da rispettare nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni importanti, prevedendo in particolare l’istallazione di un numero minimo di punti per la ricarica o la loro predisposizione.


05/06/2020
Si è svolto ieri, mercoledì 5 giugno, il seminario on-line dal titolo “Scuole, famiglie e nuovi divari sociali: la povertà energetica” che ha chiuso il progetto ludico-didattico “Energicamente” promosso da Legambiente, Estra e La Fabbrica sui temi dell’energia e della sostenibilità ambientale.
 
Gli interventi sono stati coordinati dal vicepresidente nazionale di Legambiente Vanessa Pallucchi in qualitĂ  di moderatore. 

Le tematiche trattate hanno cercato di far luce su un fenomeno poco conosciuto ma ormai presente, ovvero, quello della povertĂ  energetica, definita come una situazione nella quale una famiglia o un individuo non sia in grado di pagare i servizi energetici primari (riscaldamento, raffreddamento, illuminazione, mobilitĂ  e corrente) necessari per garantire un tenore di vita dignitoso, a causa di una combinazione di basso reddito, spesa per l'energia elevata e bassa efficienza energetica nella propria abitazione. 

I lavori sono stati aperti dal Prof. Luigi Vittorio Cogliati Dezza del gruppo di coordinamento Forum Disuguaglianze DiversitĂ  (nonchĂ© segretario nazionale di Legambiente) ed hanno visto l'intervento di autorevoli interlocutori che si sono confrontati assieme sul tema. 

La conclusione del dibattito è stata assegnata al Presidente di ARRR, Dott. Marco Meacci, che ha spiegato come l'efficienza energetica e una riqualificazione del parco impianti presente possa contribuire ad attenuare questo fenomeno, auspicando anche un maggior coinvolgimento di tutte le componenti esistenti (Agenzie, aziende energetiche e professionisti) sul tema della formazione, coinvolgendo soprattutto la scuola e creando così un sistema connesso di soggetti che sui territori possano contribuire ad una ripartenza all'insegna della sostenibilità.

Al progetto “Energicamente” hanno partecipato oltre 37.500 studenti, 867 docenti e più di 97.000 famiglie di ragazzi provenienti da 747 scuole, presenti su tutto il territorio nazionale. Ai primi posti tra le Regioni con il maggior numero di scuole partecipanti all’iniziativa, troviamo la Toscana con 187 istituti coinvolti.